Assign modules on offcanvas module position to make them visible in the sidebar.

FacebookTwitterLinkedinRSS Feed

 L'ormone della crescita è un polipeptide di 191 aminoacidi ed è sintetizzato dalle cellule somatotrope dell'adenoipofisi. A livello molecolare esercita le sue azioni attraverso l'interazione con recettori di membrana distribuiti in tutto l'organismo. Il GH esercita numerose funzioni in relazione al tessuto bersaglio analizzato, tra cui si distinguono azioni dirette ed effetti mediati dal fattore di crescita simile all'insulina di tipo 1 (IGF-1) di cui induce la sintesi e la secrezione da parte del fegato. Tra gli effetti diretti il GH determina stimolazioni del trasporto di aminoacidi e la loro incorporazione in proteine a livello muscolare inoltre si occupa della lipolisi a livello del tessuto adiposo. L'ormone della crescita esercita anche un'azione stimolatoria sulla produzione di glucosio epatico e sul sistema ematopoietico. La secrezione di GH, in condizioni fisiologiche, è sotto il controllo dell'ormone ipotalamico del GHRH, che ne stimola il rilascio, e della somatostatina che lo inibisce.

Somministrazione 

La somministrazione intramuscolare o sottocutanea di GH a bambini con una deficienza della produzione di quest'ormone provoca un picco delle concentrazioni sieriche dopo 2 o 3 ore dalla somministrazione, mentre il picco di IGF-1 si determina fino a 20 ore dalla somministrazione. Il GH viene somministrato di sera effettuando una rotazione dei siti di iniezione.

Altre informazioni importanti

Il GH promuove la crescita lineare ed influenza tutti gli aspetti del metabolismo. La terapia sostitutiva in bambini con carenza di GH stimola l'incorporazione di aminoacidi nelle proteine muscolari, con riduzione della concentrazione sierica di aminoacidi e dell'escrezione urinaria di azoto, aumentando in maniera significativa la velocità di crescita. Un'altra indicazione approvata è il trattamento con GH di bambine prepuberali affette da sindrome di Tuner per stimolarne la crescita fino all'età adulta.

Doping

Gli atleti che fanno uso di GH sono dell'opinione che la sua assunzione sia di beneficio perchè determina un miglioramento della performance fisica. Su basi puramente teoriche l'assunzione di GH sembra migliorare forza e potenza attraverso attraverso un aumento della captazione degli amminoacidi ed una stimolazione della sintesi proteica muscolare, con un vantaggioso risparmio delle riserve di glicogeno. I dati attuali suggeriscono che anche livelli elevati di tale ormone non inducono benefici rimarchevoli ma, al contrario, sono associati a significative ed importanti reazioni avverse. Due categorie di atleti sembrano maggiormente abusare del GH: la prima comprende atleti d'elite del settore natatorio e del ciclismo mentre la seconda annovera bodybuilders a livello professionistico ed amatoriale. Uno studio ha evidenziato una diminuzione della percentuale di grasso corporeo, un aumento significativo della massa magra un incremento di acqua corporea e sintesi proteica totale, mentre nessuna differenza è stata osservata nella sintesi proteica del muscolo scheletrico, nei valori di forza calcolata in condizioni isometriche e dinamiche e nella circonferenza del torace e degli arti. L'incremento proteico riscontrato nei soggetti che avevano assunto GH potrebbe esser dovuto ad una ritenzione di azoto nei tessuti magri non muscolari. Molti effetti attribuiti ad una diretta attività del GH sembrano, in realtà, mediati dall'IGF1. 

Reazioni avverse

Attualmente viene utilizzato GH umano prodotto con tecniche del DNA ricombinante. La somministrazione di GH umano può indurre la produzione di anticorpi anti-GH, anche se solo una piccola percentuale di bambini che ricevono GH hanno un rallentamento della velocità di crescita. La sua somministrazione può determinare reazioni locali nel sito d'iniezione, mentre l'insorgenza  di alterazioni metaboliche si possono verificare nella fase iniziale del trattamento ma si risolvono spontaneamente in soggetti sani. Raramente può indurre ipertensione endocranica nei bambini e sindrome del tunnel carpale negli adulti. Un potenziale problema della terapia con GH è il suo uso improprio , in particolare nello sport professionistico. L'uso di GH da parte di atleti ha lo scopo di sfruttare le proprietà anabolizzanti sul tessuto muscolare riferite a questo ormone. Somministrazioni eccessive non controllate possono indurre una patologia iatrogena paragonabile all'acromegalia, con artropatie, allargamento delle estremità, visceromegalia ed iperidrosi. Le principali controindicazioni alla terapia con GH sono il diabete mellito, per i suoi effetti iperglicemizzanti e la presenza di tumori IGF-1-dipendenti.  Un abuso prolungato sembra favorire anche la comparsa di reazioni avverse più rare, quali il prognatismo e la sudorazione profusa, che sono stati più volte riscontrati  tra i bodybuilders, si può riscontare anche un grave lipodistrofia dell'area in cui il farmaco è iniettato (soprattutto se le iniezioni sono ripetutamente effettuate su uno stesso punto).

                                                                                                                                                                                                                                               Dott. Francesco Del Zotti