Assign modules on offcanvas module position to make them visible in the sidebar.

FacebookTwitterLinkedinRSS Feed

 Sbagliando s'impara

Nella mia vita di educatore/allenatore lunga circa 4 anni, una delle cose che ho potuto notare è che non si lascia al bambino la possibilità di sbagliare e quindi di fare esperienza dagli errori, prendo spunto da una frase di Mark Zuckerberg che dice :« Le persone di successo non solo imparano dai propri errori, ma impiegano la maggior parte del loro tempo a sbagliare», questa frase è piena di significato e da all'errore un valore ed un punto di vista differente.

Da sempre le esperienze ed i problemi legate allo sport sono spesso riconducibili alla vita quotidiana, per un bambino sbagliare è una cosa naturale e per lui imparare dai propri errori non è un abilità scontata, ma certo è che sin da piccoli possiamo affinarla, ovviamente in un approccio educativo basato sul dialogo bisogna cercare di far capire al bambino i rischi potenziali per lui e le conseguenze derivanti da un certo comportamento, perchè solo capendo potrà non ripetere quella stessa azione, non serve assolutamente minacciarlo o terrorizzarlo senza aiutarlo nella comprensione. 

Spesso si pensa di aiutare il bambino nel campo dando delle indicazioni del tipo, passa la palla, stringi a destra, accorcia a sinistra, vai avanti, ma così facendo non si da modo di sbagliare al bambino perchè segue alla lettera solo le nostre indicazioni e nel momento in cui queste ultime non vi saranno più il bambino si sentirà spaesato senza saper affrontare la situazione.                                                                                                                                                                                              

Sbagliare e sperimentare la conseguenza delle sue azioni lo rende libero e di conseguenza lo responsabilizza, è una lezione per tutta la vita. Ogni errore deve essere una scoperta e non deve essere assolutemente un fallimento, quindi nel bambino bisogna creare un bisogno di sperimentare scoprire e di fare esperienze dirette, dobbiamo aiutarli a conquistare gli strumenti con cui essere in grado di valutare i rischi e la propria incolumità, senza ledere questa nobile voglia di lanciarsi nell'avventura della vita. Non correggere sempre i piccoli errori li aiuta ad acquisire il potere decisionale nel campo e nella vita e quindi scegliere l'opzione più giusta nel minor tempo possibile.

                                                                                                                                                                                                                                                                                            Dott. Francesco Del Zotti